Caro “Gambero Rosso”…

Copertina del "Gambero Rosso" di dicembre 2013 Stamattina abbiamo letto questo tweet de @ilGamberoRosso e, dopo averlo ritwittato ed aggiunto ai nostri preferiti, ci siamo precipitati ad acquistare il numero di dicembre della rivista, in edicola da un paio di giorni, la cui “cover story” è uno speciale a firma Mara Nocilla, Stefano Polacchi e Marco Sabellico sull'e-commerce enogastronomico (evviva!).

A pagina 32, nella sezione dello speciale dedicata al vino online (“Enoteche, wine shop, portali dove scegliere i calici delle occasioni”), leggiamo:
il principale motore di ricerca cui ci si affida, anche in Italia [per gli acquisti di vino online] è l'americano www.wine-searcher.com
Ora, noi non sappiamo su quali dati o statistiche i giornalisti del Gambero Rosso abbiano basato questa affermazione (mentre sappiamo per certo che Wine-Searcher non è un sito americano, ma neozelandese) e perciò non possiamo giudicarne la veridicità. Non sappiamo nemmeno se gli autori siano a conoscenza dell'esistenza di CercaVino, dato che nell'articolo non se ne fa menzione. :-)

Abbiamo comunque pensato di approfittarne per rendere pubblici alcuni dati aggiornati sull'uso del nostro motore di ricerca, in modo che ciascuno potrà trarre le proprie conclusioni.

Ad ottobre 2013, le visite a CercaVino da utenti italiani sono state, secondo Google Analytics, oltre 100.000, per un totale di 306.641 visualizzazioni di pagina:

Statistiche Google Analytics CercaVino ottobre 2013

Le uniche statistiche pubbliche che siamo riusciti a reperire sull'utenza di Wine-Searcher sono invece quelle presenti sulla loro pagina “Advertising” (di cui riportiamo uno screen-shot), contenente i dati di ottobre 2013 relativi alle visualizzazioni di unità pubblicitarie sul sito.


Oltre ai dati complessivi, la pagina contiene anche un breakdown per Paese ed unità pubblicitaria. L'Italia purtroppo non è in lista; tuttavia, prendendo a campione la Germania (Paese con un'utenza Internet più popolosa ed assidua) leggiamo 300.000 ad impression dell'unità “Medium Rectangle”, che risulta essere quella più visualizzata, nonché l'unica presente sulle pagine dei risultati del motore di ricerca di Wine-Searcher:
Medium Rectangle (300 x 250 pixels). Displays on search result, wine detail and tasting note pages. [grassetto nostro]
For an example see this search result page.
Sebbene i dati a disposizione non permettano un confronto diretto, poiché si tratta di metriche eterogenee, a nostro giudizio (e per nostra esperienza) indicano che CercaVino e Wine-Searcher come numero di utenti mensili italiani probabilmente “se la giocano”. Per ora, perché ad ottobre 2013 il traffico di CercaVino è cresciuto del +27% rispetto ad ottobre 2012 (dato basato sulle visite tracciate da Google Analytics). Ed abbiamo ottimi motivi per ritenere che il 2014 sarà un anno ancora più interessante per CercaVino. :-)

Speriamo con questo post (che, ça va sans dire, non ha alcun intento polemico) di aver fatto un po' di chiarezza, a beneficio sia dei lettori del Gambero sia dei nostri inserzionisti attuali o potenziali. Speriamo anche che ora Sabellico e colleghi abbiano presente CercaVino, e che la prossima volta che scriveranno di e-commerce ci contatteranno: abbiamo tanti dati interessanti che ci farebbe piacere potergli condividere!

Nel frattempo, se avete un amico giornalista o blogger enogastronomico, fategli un favore: segnalategli questo post cliccando sui pulsanti qui sotto; così facendo, magari nel prossimo speciale sul vino online si parlerà anche di noi. ;-)

Aggiornamento (11/01/2014): Sul Gambero Rosso di gennaio a pagina 18 si parla di CercaVino! :-)
Ringraziamo la redazione per l'attenzione e lo spazio che hanno voluto dedicarci.

27 novembre 2013